Bonsai Creativo School di Sandro Segneri Bonsai Creativo Sandro Segneri's School

La mia visione


La mia visione:  "Via del Bonsai"
Praticare il bonsai implica una formazione a lungo termine e scegliere a chi affidarsi è di fondamentale importanza per la propria crescita oltre che in termini d'investimento di tempo ed economico.
Avere quindi le idee chiare sul che cosa cercare può essere di aiuto nell’evitare catastrofiche delusioni, risulta invece vantaggioso il ricercare informazioni che garantiscano  gli esiti di un percorso complesso, articolato su pratiche tecniche, culturali ed estetiche, in relazione con la natura  e a portata di mano. Praticare l'arte bonsai é avere la natura tra le mani.
Il prolificare nei “canali online del web” di esperti, falsi istruttori e maestri che si propongono,  giornalmente inquinando i valori morali ed etici, fondamenti per i professionisti che con autorevolezza, professionalità e abilità riconosciute, si dedicano ad un proselitismo corretto.
Questi operatori d'assalto, praticanti di secondi mestieri dalle dubbie capacità pedagogiche e d'insegnamento, potenzialmente possono devastare l'operato di professionisti che da decenni contribuiscono alla diffusione della pratica del bonsai nel nostro Paese.

Tu che ti stai avvicinando e appassionando all'arte del bonsai, devi considerare il tuo percorso formativo basato su metodi didattici corretti, funzionali ed efficaci.  Raggiungere i tuoi obbiettivi deve essere il focus.
Per ottenerli, non possono prescindere dall’avere un arricchimento culturale, tecnico, estetico e finanche artistico che possa, a volte, sfociare in uno sviluppo anche professionale.
In ogni caso, questo percorso, lo devi immaginare dedicato all’aumentare le tue abilità e orientato a sviluppare i tuoi talenti.
Per questo nella tua scelta devi a considerare che:
- Nel bonsai non è da considerare l'esclusivo aspetto tecnico.
- Il saper dare una forma a un bonsai non sempre garantisce la valenza di un buon istruttore.
- Insegnare implica molteplici capacità, non limitate al solo dare forma ad una pianta.
- Il non possedere queste capacità non genera nuovi proseliti e nuove abilità, genera, invece, comunicazioni unidirezionali che portano a ricevere il nulla.
- La cultura affina il gesto tecnico arricchendolo, conduce alla bellezza in armonia con se stessi e con il prossimo.

Per ciò:
- Sincerati che colui che dovrà guidarti abbia esperienza nell' insegnamento e che vi siano figure figlie dei suoi insegnamenti culturali, umani e tecnici.
- Dai la giusta attenzione ai riferimenti consolidati; struttura didattica, organizzazione e collaboratori. Di quest’ultimi valutane le referenze e specificità.
- Approfondisci se esistono più sedi sul territorio, oltre alla sede centrale, dove tu possa praticare la tua passione.

Considera che:
- Tanti più colleghi appassionati avrai, tanto più potrai contare sulla valenza del tuo insegnante, della scuola al servizio della tua crescita. (A titolo di esempio: chi andrebbe a mangiare in un ristorante sempre senza clienti?)
- Il tuo futuro insegnante è un professionista e svolge questa specifica attività? BENE! Allora avrai maggiori garanzie, affidabilità ed esperienza nel settore.
- Se non lo è: DUBITA!

E in fine:
- Conosci i programmi, chiedi e informati nel dettaglio dei contenuti e se hai l'opportunità chiedi a qualcuno che li svolge.
In Italia ci sono alcune, poche, scuole dove potrai con molta certezza trovare professionismo dove con certezza trovi garanzie di servizi professionali per seguire la tua giusta “Via del bonsai”.

Sandro Segneri